Elogio della follia

File:Folly Steps Down from the Pulpit, marginal drawing by Hans Holbein the Younger.jpg

Il finale dell’Elogio della Follia di Erasmo vi fa capire quanto Erasmo da Rotterdam fosse spiritoso ( sembra che non parli la Follia, ma un docente che ha un pubblico molto distratto ;-)). Erasmo morì nel proprio letto, mentre Tommaso Moro , che lo aveva ospitato in Inghilterra e a cui era dedicata l’opera ( Il titolo “Morias Encomion” può essere tradotto come “Elogio a Moro”), no ( perse la testa in senso stretto, visto che fu decapitato per volontà di Enrico VIII).

Vedo che aspettate una conclusione: ma siete proprio scemi, se credete che dopo essermi abbandonata ad un simile profluvio di chiacchiere, io mi ricordi ancora di ciò che ho detto. Un vecchio proverbio dice: “Odio il convitato che ha buona memoria”. Oggi ce n’è un altro: “Odio l’ascoltatore che ricorda”. Perciò addio! Applaudite, bevete, vivete, famosissimi iniziati alla Follia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: