I generi e i sottogeneri della fantascienza ( con alcuni assaggi cinematografici)

La fantapolitica è un filone narrativo che si concentra nel descrivere un sistema politico o una situazione politica ipotetici, ambientati spesso in un futuro prossimo. Gli scrittori hanno frequentemente utilizzato la forma romanzata per commentare eventi, sistemi o teorie politiche, criticando direttamente la società del loro tempo o mettendo in scena una realtà alternativa, a volte fantastica.
La fantapolitica, nelle opere odierne di letteratura e cinema, è spesso assimilata ad un sottogenere della fantascienza. Tali opere possono utilizzare riferimenti ad una ipotetica società del futuro o a fatti accaduti e persone esistenti, o descrivere l’evoluzione futura di una situazione politica presente.
[…]
Il filone fantapolitico si incrocia con quello dell’utopia quando descrive situazioni sociali e politiche idealisticamente desiderabili. Quando le vicende sono ambientate in un ipotetico passato, “alternativo” a quello conosciuto dalla storia, si parla di ucronìa.

Tra le opere fantapolitiche di rilievo vi sono le distopie antitotalitarie della prima metà del
Novecento, tra cui Il tallone di ferro (The Iron Heel, 1908) di Jack London, Qui non è possibile (It Can’t Happen Here, 1935) di Sinclair Lewis e 1984 di George Orwell del 1948.

I due minuti di odio

Di uguale, se non maggiore, influenza, tuttavia vi erano già classici quali I viaggi di Gulliver (1726), Candido (1759) e La capanna dello zio Tom (1852).
Molte opere di fantapolitica letteraria e cinematografica della seconda metà del Novecento hanno invece per tema una terza guerra mondiale (come viene scatenata, oppure evitata, cosa succede subito dopo);tra queste il film Il dottor Stranamore del 1963.

Per estensione, nel linguaggio comune e mediatico, si usa il termine fantapolitica nel senso
dispregiativo di “politica non realistica”, per stigmatizzare una ipotesi, una teoria o uno scenario politico che si ritiene irrealistico o utopico, illusorio o comunque frutto di una interpretazione non rigorosa dei fatti.
La fantascienza apocalittica è un sottogenere della fantascienza incentrato sull’imminente fine del mondo o della civiltà, a causa di guerre nucleari, pandemie, o qualche genere di disastro naturale o artificiale.

 

Un sottogruppo del genere apocalittico è rappresentato dal filone catastrofista.
La fantascienza post apocalittica è invece ambientata in un mondo (o civiltà) già devastato da una catastrofe. L’ambientazione temporale può essere immediatamente successiva la catastrofe, focalizzandosi sui viaggi o sulla psicologia dei sopravvissuti, o considerevolmente posteriore, comprendendo spesso il tema della perdita della memoria storica, per cui ci si è dimenticati dell’esistenza di una civiltà precatastrofe o la sua storia è divenuta leggenda o mito. La caduta della civiltà può anche coincidere con la caduta di una civiltà basata sullo spazio.

[…]
La space opera militare o semplicemente fantascienza militare è un sottogenere della
fantascienza in cui la storia ruota attorno a un conflitto armato interplanetario. In genere, il
protagonista è un soldato. La descrizione di tecnologie militari avveniristiche costituisce uno degli ingredienti utilizzati per comunicare al lettore il sense of wonder.
L’ucronìa (anche detta storia alternativa, allostoria o fantastoria) è un genere di narrativa fantastica basata sulla premessa generale che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo rispetto a quello reale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: